Le opzioni binarie

O si vince. O si perde. Nulla di più facile. In questa unica, doppia possibilità sta il significato delle cosiddette Binäre Optionen – una delle attività più in voga del momento, che ha permesso praticamente a tutti di accedere allo sconfinato mondo finanziario del trading on line, trasformando i contorni del termine investimento in qualcosa di molto più attraente. Una vera e propria scommessa.

Cosa sono le opzioni binarie?

Potremmo abbagliarvi dicendo che si tratta di sofisticati strumenti finanziari derivati, in cui il pay-off è legato all’andamento di un certo asset, osservato ad una determinata scadenza prefissata. Tutto chiaro, no?
In termini molto più pratici, le opzioni binarie sono nient’altro che una scommessa sull’andamento di un’azione, un indice, una valuta o una materia prima. Una volta deciso su cosa scommettere (il cosiddetto asset per l’appunto), si sceglie la scadenza temporale. Ossia il momento futuro (1 minuto, 5 minuti, 30 minuti, un’ora, 1 giorno, una settimana, ecc) in cui si andrà a verificare se l’asset scelto è salito oppure sceso di valore.

Principali tipologie di opzioni binarie

Osserviamo ora le tipologie più utilizzate dai traders:
– Opzioni Call /Put: sono quelle in cui per vincere la scommessa l’asset individuato dovrà essere rispettivamente salito o sceso se confrontato col valore iniziale;
– Opzioni One Touch: simili alle Call /Put con l’aggiunta della previsione se verrà toccato o meno alla scadenza un prezzo predeterminato dallo stesso broker. Ovviamente il maggior rischio di questa tipologia di opzione sarà remunerata in maniera decisamente più consistente; Binary24
– Opzioni Range: anche queste possono offrire rendimenti maggiori in quanto occorre “azzeccare” che alla scadenza temporale il prezzo dell’asset sia contenuto all’interno di un intervallo (range) di prezzo precedentemente deciso dal broker;
– Opzioni Builder: ovvero la classica opzione “personalizzata”, che si costruisce stabilendo in modo autonomo i vari parametri (asset, scadenza, livello di profitto);
– Opzioni 60 secondi: sono così chiamate perché hanno una scadenza di un solo minuto, al termine del quale si verificherà la vincita o meno della scommessa.
Scadenze delle opzioni binarie
Esistono innumerevoli tipologie di scadenza, da quella “60 secondi” già descritta, fino ad arrivare a scadenze mensili o addirittura superiori. Naturalmente, posto che nessuno possiede la famigerata “palla di vetro” in cui scrutare il futuro dei mercati, appare più difficile effettuare una previsione a 30 giorni piuttosto che a 1 minuto o a un’ora. Pertanto, anche la remunerazione sarà diversa.

Possibili guadagni

Visto che abbiamo introdotto l’argomento, parliamone.
Come accade in generale nel campo delle scommesse (basti pensare all’ambito sportivo) il possibile margine di guadagno è noto fin dall’inizio. Tali margini oscillano: generalmente tra il 70 ed il 90%, ma si può arrivare a guadagni superiori al 500% utilizzando specifiche tipologie di opzioni, come le One Touch. Allo stesso modo, tuttavia, è nota la perdita, vale a dire l’importo del proprio capitale investito. E’ bene tenerlo sempre a mente! E questo è il motivo per il quale all’inizio di questo articolo abbiamo parlato espressamente di scommessa anziché di investimento riferendoci al mondo delle opzioni binarie.
Vi sono comunque dei Broker che prevedono dei rimborsi sulle perdite, di solito intorno ad un 15% del capitale investito: in questi casi, i guadagni saranno un po’ più contenuti rispetto a quelli offerti da un Broker che non preveda tali rimborsi sulle perdite.

Le strategie

Ed eccoci giunti finalmente al punto saliente della nostra riflessione: qual è la migliore strategia da adottare per garantirsi illimitati guadagni? Difficile da dire. Quel che è certo è che l’immagine di Bradley Cooper che arriva a guadagnare milioni di dollari in pochi giorni con il cyber-trading nel film “Limitless” è, per l’appunto, pura fantasia! Meglio usare il buon senso e…ragionare. Quindi: scegliete l’asset, effettuate la previsione, individuate la scadenza e definite la tipologia di opzione più adatta al vostro ragionamento. E poi? E poi, incrociate le dita!

Certo, qualche consiglio si può seguire. Per esempio, osservare il trend dell’asset, crescente o decrescente, e ricordarsi che nel breve o brevissimo periodo qualche correzione si verificherà senz’altro, ma nel medio-lungo periodo la tendenza dovrebbe essere rispettata. Inoltre, sarà fondamentale diversificare il più possibile, senza dimenticarsi di procedere sempre per piccoli passi, scommettendo solo piccole parti del proprio portafoglio per cominciare.

Si consiglia a questo punto il 24option broker (e  come i due miglior broker in Europa.

Opzioni binarie e Forex: pro e contro per scegliere bene

Il trading online è la grande moda degli ultimi anni, ma c’è il rischio di andare incontro a brutte sorprese se non si è sufficientemente preparati: vi spiegheremo cosa sono le opzioni binarie e il forex, le differenze tra di loro e i vantaggi e svantaggi che ognuna di queste presenta al momento che si fa trading.

FOREX

Il mercato forex (Foreign Exchange) riguarda principalmente le valute estere, e il suo obiettivo è speculare sul valore di una moneta, ovviamente realizzando un profitto quando si presume che questo aumenterà rispetto al valore di partenza. Il forex funziona per coppie di valute, ma naturalmente il maggior numero di scambi avviene per i valori Euro sul Dollaro (EUR/USD), e Sterlina sul Dollaro (GBP/USD). Naturalmente per guadagnare ampie somme di denaro bisogna movimentare grandi capitali, e visto che non tutti possiedono 5000-10000 euro da investire, interviene la leva finanziaria, ovvero la possibilità di muovere somme che non si possiedono effettivamente. Ovviamente il rischio è quello di perdere in fretta la somma reale investita, perchè se da un lato aumenta il potenziale guadagno, allo stesso tempo si è esposti maggiormente in caso di perdita.

OPZIONI BINARIE

Le opzioni binarie si applicano non solo sulle valute, ma con materie prime, indici ed azioni. Rispetto al forex dove si guadagna o perde sulla differenza di valore, in questo caso sarà sufficiente sapere se il prezzo su cui applichiamo l’opzione aumenterà o diminuirà nel corso di un determinato intervallo di tempo: l’eventuale ricavo è già fissato al momento del contratto, in pratica facciamo una scommessa sull’andamento di una valuta, o di un titolo azionario. Se pensiamo che nella prossima ora il prezzo EUR/USD calerà, acquisteremo un’opzione e attenderemo l’aventuale esito, positivo o negativo, della nostra operazione. Il vantaggio è che anche con un capitale modesto si può riuscire, con una certa cautela, a guadagnare cifre interessanti: in un mercato molto volatile e in crisi tutti possono essere trader, soprattutto se aiutati dalla fortuna.

DIFFERENZE PRINCIPALI

Naturalmente il forex è un mercato valutario enorme come dimensioni di scambi giornalieri, mentre il trading binario è relativamente giovane ma in netto aumento come volume d’affari, proprio per la relativa facilità anche per un investitore novizio di riuscire a capire le regole del gioco e guadagnare discrete somme. In caso di guadagno il payout di un’opzione binaria può arrivare all’80% della cifra iniziale, mentre nel forex le prospettive di guadagno se non si utilizzano capitali consistenti sono ridotte: la leva finanziaria in caso di esito negativo può farci perdere anche di più del capitale investito di partenza. Un’altra differenza è che nel forex le scadenze non sono rigide, le posizioni possono essere aperte e chiuse a condizione che ci siano fondi disponibili: nel binario le scadenze con poche eccezioni sono ovviamente fisse. Inoltre molti broker offrono anche rimborso fino al 30% in caso di perdite nel caso delle opzioni binarie, che hanno quindi determinati incentivi per chi è alle prime armi in fatto di transazioni finanziarie.

PERCHE’ INVESTIRE IN OPZIONI BINARIE: PRO E CONTRO

E’ giusto dire che nel web si parla delle opzioni binarie con entusiasmo a volte eccessivo: dappertutto trovate pop-up che vi parleranno dell’opportunità di guadagnare migliaia di euro con pochi click, la verità è leggermente diversa, vediamo i pro e contro. BDSwiss Forex:

Le opzioni binarie sono uno strumento semplice, adatto per chi è agli inizi come trader e può capire in fretta come funziona questo meccanismo finanziario, e con un investimento non eccessivo. La chiarezza è una delle sue caratteristiche migliori: si conosce subito quanto si guadagnerà o perderà, e in breve tempo si potrà ritirare il guadagno o eventualmente reinvestirlo in caso di esito positivo.

Come detto, non è tutto così semplice, esistono anche degli svantaggi in questa forma di investimento. Forse il principale difetto è proprio l’eccessivo entusiasmo che si ha di fronte a questo tipo di trading: anche le forme di rimborso praticate tendono a far diventare gli investitori troppo spericolati, quando le perdite pur se fisse tendono a farci sparire il nostro capitale abbastanza in fretta. E anche se i siti presenti sul web sono tanti e molti affidabili, rimangono tante zone grigie create apposta per approfittare delle persone più ingenue.

CONSIGLI FINALI

Scegliere il FOREX esige più impegno nell’avere un continuo aggiornamento del mercato valutario, mentre andare sulle opzioni binarie può essere visto, almeno all’inizio, come un gioco che ci può far guadagnare qualche dollaro extra. Consigliamo quest’ultima forma di trading per chi è digiuno di mercati finanziari, ma con tanta prudenza perchè… sempre i nostri soldi sono!

La negoziazione di opzioni binarie

Le opzioni binarie sono degli strumenti finanziari il cui valore è definito dall’asset sottostante. In sostanza consistono nel fare trading cercando di prevedere quale sia l’andamento di un determinato bene quotato in borsa.
Le opzioni binarie sono caratterizzate dal fatto di avere una scadenza in termini di tempo. Tale scadenza viene definita dal trader, ma solitamente le tempistiche sono abbastanza standard e quindi si troveranno opzioni binarie con scadenza a 60 minuti o a 30 minuti o a 15 minuti o a 5 minuti o a 60 secondi. L’altra importante caratteristica delle opzioni binarie consiste nel avere un asset sottostante, quest’ultimo può essere rappresentato da un cambio di valuta, da un indice, da materie prime o da azioni. In pratica l’opzione binaria comprata replica l’asset sottostante.

Negoziare opzioni binarie è un processo tutto sommato abbastanza semplice in quanto risulta abbastanza intuitivo. Il primo passo da compiere consiste nell’iscriversi a una piattaforma di opzioni binarie. Online si possono reperire delle apposite piattaforme di trading a cui iscriversi gratuitamente.
Una volta effettuato l’accesso per iniziare a negoziare delle opzioni binarie bisogna scegliere un asset sottostante, ossia la valuta o l’indice o la materia prima o l’azione. Una volta determinato l’asset allora si dovrà scegliere la scadenza dell’opzione binaria. Le scadenze comunemente sono a 60 secondi o 5 minuti o 30 minuti o 60 minuti o 24 ore. 365Trading.

A questo punto per procedere con la negoziazione delle opzioni binarie sarà necessario definire la quantità del capitale che si intende investire. Di seguito si dovrà fare la previsione vera e propria e quindi scegliere l’opzione “call” se si ritiene che il valore salirà entro la scadenza determinata, mentre se si crede che il valore calerà prima della scadenza allora si dovrà scegliere “put”.
Durante la negoziazione bisogna tenere in considerazione anche il tasso strike. Questo è definito dall’asset sottostante nell’istante in cui l’opzione binaria viene comprata. Allo scadere del tempo definito viene confrontato il valore del tasso iniziale con il tasso strike per definire se l’opzione binaria ha perso o guadagnato valore.

Cerchiamo di capire a livello pratico, ossia tramite un semplice esempio, in cosa consista la negoziazione delle opzioni binarie. Una volta fatto il login sulla piattaforma di opzioni binarie scelte iniziamo con la vera e propria negoziazione. Come prima cosa dobbiamo scegliere l’asset su cui fare la nostra previsione. In questo caso abbiamo scelto come asset l’oro.

Definito l’asset sottostante allora passiamo a decidere quale scadenza dare all’opzione binaria. Nel nostro caso decidiamo di optare per un’opzione binaria a breve termine, ossia di 60 secondi.

Scelti asset sottostante e scadenza bisogna procedere con la previsione vera e propria e quindi decidere se l’oro aumenterà o calerà di valore durante i 60 secondi. Nel nostro caso abbiamo deciso di puntare su un aumento di valore e quindi di scegliere sull’opzione “call”, ossia sul rialzo. Fatto ciò non resta che decidere la cifra da investire nell’opzione binaria scelta. Mettiamo di decidere di investire 100 Euro. Presupponiamo che il Payout delle azioni dell’oro sia del 50%. Ciò significherebbe che se le azioni dell’oro saliranno, come da noi previsto, allora guadagneremo 50 Euro, mentre se le azioni scenderanno allora si perderà il capitale investito.

Se si ha un minimo di dimestichezza con la piattaforma di opzioni binarie allora si può aggiungere nella negoziazione un’ulteriore opzione di cui tenere conto, ossia l’oscillatore RSI (Relative Strenght Index). Quest’ultimo consente di valutare il trend in atto dell’asset su cui intendiamo fare la previsione. I trend non sempre sono netti quindi bisogna valutare correttamente l’andamento dell’asset per poterne definire al meglio la scadenza e l’importo da investire.

Per una corretta negoziazione di opzioni binarie si deve necessariamente conoscere bene la fetta di mercato in cui si intende investire e per tale motivo conviene studiare molto attentamente l’andamento della borsa e cercare, se possibile, di investire su più mercati. Oltre a ciò nella negoziazione è di grande aiuto l’esperienza, e quindi per imparare dove sia meglio investire bisogna necessariamente fare trading cercando ovviamente di limitare le perdite.

Un buon metodo per capire come negoziare opzioni binarie è quello di utilizzare gli account demo previsti nelle piattaforme di opzioni binarie. In tali account si ha la possibilità di utilizzare tutte le funzioni di un vero e proprio account reale e quindi di negoziare le opzioni binarie. Per fare un po’ di pratica senza rischiare di perdere del capitale quello dell’account demo è sicuramente la migliore soluzione possibile. L’unica pecca dell’account demo è che difficilmente genera lo stato emotivo che genera invece la vera e propria negoziazione di opzioni binarie. Durante la vera negoziazione, infatti, si prova una forte emozione legata al fatto di avere una scadenza e dal fatto di non sapere se la propria previsione sia corretta o meno fino al termine del tempo prescelto.

La negoziazione di opzioni binarie è molto semplice, intuitiva e alla portata di chiunque voglia investire del denaro in borsa. Non è necessario essere dei broker professionisti, anche se comunque sono necessarie delle conoscenze di base. Con la negoziazione di opzioni binarie si possono fare degli ottimi guadagni direttamente da casa propria senza avere necessariamente una laurea in economia, basta avere un po’ di passione per il mercato, una base economica da investire e la voglia di provare l’ebrezza tipica del giocare in borsa. www.binary24.de/broker-vergleich/bdswiss